Trizio Consulting con sedi a Roma in Piazza del Popolo 18 e Genova in Via Fieschi 2 - Tel. 0686726687

Ricatto su Facebook, cosa puoi fare

Una volta che si è vittime di Sextorsion, e si sta subendo un ricatto su Facebook o un ricatto on-line, che cosa bisogna fare?

La soluzione ad una situazione così complessa e pericolosa si divide in due grandi aspetti. La prima reazione può essere svolta direttamente dal ricattato: si tratta di azioni che può compiere da solo per limitare i danni. Ecco che cosa puoi fare:

Non pagare alcuna cifra

Come spieghiamo in questo articolo, pagare non fa altro che peggiorare la situazione. È fondamentale che il ricattatore non venga mai pagato per nessun motivo. Se hai già fatto un pagamento, magari tramite bonifico o vaglia postale, cerca di annullarlo. In alternativa, non eseguire mai più nessun tipo di pagamento per nessun motivo.

SEI SOTTO RICATTO? CHIAMACI IMMEDIATAMENTE

Blocca il contatto su Facebook

Devi immediatamente bloccare il contatto su Facebook. Se blocchi il contatto, questa persona non potrà più vedere il tuo profilo, nè la tua lista di amici o i tuoi contatti. È una prima operazione fondamentale da fare quanto prima.

Ecco le istruzioni per bloccare il contatto su Facebook:

Apri l’app sul tuo smartphone o PC, premi sul profilo che intendi bloccare, poi sui tre puntini presenti subito sotto l’immagine in evidenza e, nella finestra che comparirà, premi sulla voce Blocca e poi nuovamente su Blocca.

SEI SOTTO RICATTO? CHIAMACI IMMEDIATAMENTE

Blocca il contatto su Facebook Messenger

E’ necessario bloccare il contatto non solamente sulla piattaforma Facebook, ma anche sul sistema di messaggistica istantanea e diretta, Facebook Messenger. Ecco le istruzioni per bloccare un contatto su Facebook Messenger:

Da Chat, apri la conversazione con la persona che desideri bloccare. Tocca il suo nome in alto nella conversazione. Scorri verso il basso e tocca Blocca. Tocca di nuovo su Blocca.

Ripulisci il tuo profilo o il tuo diario Facebook

Il ricattatore potrebbe aver pubblicato qualcosa sulla tua bacheca o sul tuo diario. Accedi immediatamente al tuo profilo e verifica il tuo diario. Se trovi qualsiasi post compromettente o qualsiasi messaggio da parte del ricattatore, cancellalo immediatamente.

In realtà i ricattatori, anche se lo promettono in maniera minacciosa, quasi mai condividono del materiale direttamente con i nostri contatti. Questo non tanto perché hanno pietà nei nostri confronti, ma perché si tratta di un’operazione troppo lunga e complessa per essere realizzata in un meccanismo che coinvolge ogni giorno centinaia di migliaia di account in tutto il mondo.

Nonostante questo, possiamo cercare di avvisare i nostri contatti più stretti, senza però rivelare quello che è successo. Contattiamoli dicendo che il nostro profilo è stato attaccato da un hacker, da un pirata informatico, che potrebbe diffondere del materiale compromettente. Avvisiamo di non aprire nessun tipo di link e non accettare nessun tipo di invito.

In questo modo, riusciremo ad avvisare i nostri contatti e a minimizzare le possibilità che possano visualizzare il materiale compromettente, senza tuttavia rivelare i dettagli imbarazzanti di quanto sta accadendo.

La prima fase è terminata, ora devi fare intervenire degli esperti

SEI SOTTO RICATTO? CHIAMACI IMMEDIATAMENTE

Quello che puoi fare da solo è terminato. In questo modo il pericolo è stato mitigato, e sei riuscito ad impedire che il materiale lesivo venga immediatamente condiviso su Facebook.

Tuttavia è fondamentale sapere che i ricattatori non cederanno tanto facilmente. Fa parte delle loro tecniche quella di prendere il materiale compromettente e intimo che hanno registrato, e cercare di pubblicarlo on-line a tuo nome.

Il risultato è che quando cercherai il tuo nome su Google, troverai il materiale connesso a parole come “Pornografico” o “Pedopornografico”. In questo caso bisogna fare intervenire degli esperti, che siano in grado, attraverso la collaborazione delle principali piattaforme su internet, di impedire la pubblicazione del materiale e preservare la tua reputazione nel lungo periodo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *