Trizio Consulting con sedi a Roma in Piazza del Popolo 18 e Genova in Via Fieschi 2 - Tel. 0686726687

Perché esistono i ricatti su Facebook?

Per quale motivo esistono i ricatti su Facebook Messenger? Perché alcune persone seducono degli utenti su internet, raccolgono foto o video intimi e minacciano di pubblicarli su internet?

Si tratta dell’iniziativa di singole persone, che vogliono approfittare della buona fede degli altri e guadagnare denaro, o parliamo di strutture organizzate, di fenomeni criminosi?

La risposta è certamente la seconda: i ricatti su Facebook, prevalentemente ricatti su Facebook Messenger, non sono l’iniziativa di una singola ragazza o persona che decide di arrotondare il proprio stipendio, nè di personaggi “improvvisati” che si lanciano senza regole in un’attività di questo tipo.

SEI SOTTO RICATTO? CHIAMACI IMMEDIATAMENTE

Si tratta di attività criminose organizzate a livello internazionale. Il cybercrime è un fenomeno radicato, che frutta, nelle sue diverse espressioni, miliardi di dollari all’anno di guadagni per pirati informatici e delinquenti sul web. Esistono dei veri e propri gruppi di malviventi, che compiono regolarmente ricatti su Facebook e più in generale dei ricatti on-line: un business estremamente vantaggioso e lucroso.

Solitamente vi sono degli organizzatori, che creano e gestiscono una rete di ricatti e di estorsioni su vasta scala. Tutto viene organizzato con particolare professionalità, tramite tecniche consolidate per creare delle reti sempre più potenti  e ramificate. All’interno di questi gruppi, operano poi migliaia di ragazze, o di altri malviventi che si spacciano per esse, in grado di attuare le più efficaci tecniche di persuasione per ingannare il malcapitato.

Questa è una combinazione particolarmente efficace per i criminali informatici: da un lato una persona estremamente preparata per sfruttare il prossimo e per ingannarlo, e dall’altra una persona in totale buona fede, che viene contattata in una situazione di debolezza o in un momento di solitudine.

SEI SOTTO RICATTO? CHIAMACI IMMEDIATAMENTE

Da qui la richiesta di denaro, ovvero le estorsioni di soldi per non avere pesanti ripercussioni reputazionali o per non pubblicare materiale compromettente, e una serie di guadagni da capogiro.

I numeri del fenomeno sono preoccupanti e in crescita: secondo Trizio Consulting, agenzia di reputazione on-line dotata di un servizio di emergenza anti sextortion e anti ricatti su Facebook, il 35% degli utenti di internet ha subito un tentativo di ricatto on-line.

Di questi, il 12% ha pagato anche solo una piccola cifra per non vedere il proprio materiale pubblicato on-line, e il 4% ha versato delle cifre superiori ai €1500 ai propri ricattatori.

Inoltre, i pagamenti vengono sempre eseguiti attraverso delle piattaforme internazionali, difficilmente tracciabili, dove i soldi non possono quasi mai essere recuperati e dove ci si appoggia a paesi esteri con leggi molto labili, e con meccanismi di controllo del tutto inefficaci.

La Sextorsion è quindi un fenomeno globale, in continua crescita, che viene segnalato e riconosciuto ormai da tutte le organizzazioni di cybersicurezza del mondo.

Nell’ultimo semestre, le nazioni più attive sotto l’aspetto della Sextortion, che ospitano cioè i principali e più efficaci gruppi estorsivi, sono la Costa d’Avorio, la Russia e il Sudamerica.

SEI SOTTO RICATTO? CHIAMACI IMMEDIATAMENTE